Ucronia Wiki
Advertisement

PoD: il 4 giugno 1859 l'Austria sbaraglia i sabaudo-francesi per una serie di motivi, fra cui magari un minor supporto numerico francese e una disorganizzazione dell'esercito piemontese.

1859

Dopo questa terribile partenza, i Francesi abbandonano lentamente i Savoia, per paura di risentire dell'inevitabile sconfitta. Il 24 giugno, con la battaglia di Solferino e San Martino, l'Austria vince la guerra.

Armistizio di Villafranca (11-12 luglio)

L'alleanza franco-sabauda è sciolta. La Francia deve pagare un pegno di guerra non indifferente. Torino è sottoposta all'occupazione austriaca e con essa tutto il Piemonte. Ai Savoia resta la Sardegna, nelle cui città saranno stanziate delle milizie asburgiche al fine di mantenere l'ordine pubblico. Praticamente tutto il nord Italia è sotto stretto controllo austriaco.

1860

Per dare a tutto ciò un aspetto più "positivo" agli occhi degli Italiani, è costutuito il regno dell'Alta Italia, una federazione sul modello del Lombardo-Veneto, composto dagli Stati federali di Piemonte, Lombardia e Veneto. Garibaldi arruola dei volontari (i Mille, in questa timeline poco meno di 400) e parte dal porto di Cagliari alla volta della Sicilia per conquistare il regno delle Due Sicilie. Il 15 maggio 500 volontari in camicia rossa e altrettanti volontari siciliani ottengono una vittoria di misura a Catalfimi (meno netta della nostra TL). Avanzando nell'entroterra siciliano accrescono il loro esercito e a Milazzo, il 24 luglio, un esercito di oltre 5000 garibaldini costringe i soldati borbonici a riparare in Calabria. Ma Garibaldi ovviamente non si ferma e cavalca l'onda risalendo la punta dello stivale senza troppe difficoltà. Il 2 ottobre, con la vittoria finale nella battaglia del Volturno, Garibaldi entra a Napoli e incontra Vittorio Emanuele II presso Salerno (con il controllo austriaco nel Settentrione, i Savoia non hanno conquistato Emilia, Romagna e Toscana non essendo partiti avvantaggiati dal Piemonte. Dunque la dinastia borbonica è dichiarata decaduta e il re di Sardegna diventa re del sud Italia. A questo punto l'Italia si divide in tre blocchi: a nord il regno filoaustriaco dell'Alta Italia, a sud il regno di Sardegna e al centro un agglomerato di Stati fedeli allo Stato della Chiesa (Ducati di Parma e Modena e Granducato di Toscana).

Advertisement