FANDOM


PoD: nel 450 il re unno Attila, alle porte dell'Italia, incontra Papa Leone I e stipula un accordo secondo il quale egli avrebbe dovuto lasciar tranquilla e anzi aiutare militarmente l'Italia, in cambio di cessioni balcaniche, galliche e mano libera per conquistare l'Impero bizantino.

450: immediata cessione di Gallia, Germania e Illiria occidentale al popolo unno, che fa strage delle altre tribù germaniche. Si salvano solo i Sassoni, che si stanziano in Britannia romana e Scandinavia, gli Ostrogoti che fuggono nei Paesi baltici, e i Visigoti che invadono Scozia e Irlanda. Gli Alemanni si stanziano nel bacino del Danubio sotto il dominio degli Unni con cui in parte si fonderanno.

Screenshot 2018-11-03-12-20-41

451-453: prima guerra greco-barbarica. Gli Unni attaccano il Settentrione dell'Impero bizantino, fermandosi alle porte della Bulgaria.

454-455: seconda guerra greco-barbarica. I bizantini, desiderosi di rivincita, attaccano gli Unni nelle loro basi caucasiche, conquistandole. Peccato che gli Unni se ne freghino e invadano l'Epiro e il Ponto passando per la Crimea. Nella guerra muore il generale Ricimero che così non ucciderà il valido imperatore Maggioriano, che risolleverà le sorti dell'Impero con riforme economiche e militari.

457: Guerra fra Sassoni e Visigoti, che cacciano i germanici dalla Caledonia. Gli Unni concedono agli Alemanni lo Jutland appena conquistato ai Sassoni in decadenza.

459-467: Terza guerra greco-barbarica. Gli Unni conquistano la florida Costantinopoli grazie anche all'aiuto dei Romani d'Occidente, cui cedono Gallia, Grecia, e Anatolia. L'imperatore Maggioriano costruisce la via Costantinia, da Roma a Costantinopoli, nuova capitale imperiale. Roma resta la capitale spirituale, mentre Ravemna è la capitale amministrativa e vivace centro economico. Le comunicazioni sono ammodernate così come molte città. Le casse di Stato si riprendono.

468: Maggioriano porta a termine la riconquista di Cartagine ai Vandali, con cui stipula un patto di non aggressione fino al 480.

470: Maggioriano muore, per la tristezza dell'Impero. Gli succede il deposto basileus bizantino Leone I, che sostanzialmente prosegue l'operato del predecessore fino alla morte nel 474, quando sale al trono il figlio Leone II. Si sospetta che divenne imperatore per mostrare l'unità ritrovata fra Romani e Bizantini, che ancora erano rivali.

Screenshot 2018-11-03-12-58-24
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.